Un asteroide sfida il Sole, è più vicino di Venere

Ha un’orbita diversa dagli altri, potrebbero essercene molti simili

Redazione ANSA

Scoperto un asteroide che sfida il Sole: è il corpo celeste più vicino mai osservato intorno alla nostra stella. La sua orbita è più ravvicinata rispetto a quella di Venere, il secondo pianeta più interno del Sistema Solare. È quanto emerge dallo studio pubblicato sulla rivista Publications of the Astronomical Society of the Pacific da un gruppo del California Institute of Technology (Caltech) americano, coordinato dall’astronomo Quanzhi Ye.

Chiamato 2019 AQ3, l’asteroide è stato osservato per la prima volta il 4 gennaio e, secondo i primi calcoli degli astronomi, impiega solo 165 giorni a compiere un’orbita completa intorno al Sole, contro i 225 di Venere. La scoperta è stata fatta dall’Osservatorio Palomar del Caltech, nell’ambito del progetto di sorveglianza degli oggetti in transito vicino al Sole Zwicky Transient Facility. Il numero limitato di osservazioni non permette ancora di stabilire con esattezza le sue dimensioni, che potrebbero essere di circa 1,6 chilometri di diametro.

Secondo gli astronomi del Caltech, l’orbita di questo asteroide, che non rappresenta al momento una minaccia per la Terra, è diversa da quella di altri corpi simili finora noti, come quelli che provengono dalla nube di Oort, culla di comete e asteroidi ai confini del Sistema Solare.


L'orbita dell’asteroide vicinissimo al Sole: attraversa dall’alto al basso il piano del Sistema Solare. (fonte: NASA/JPL-Caltech)

 

Per Quanzhi Ye, “l’orbita dell’asteroide vicinissimo al Sole attraversa dall’alto al basso il piano orbitale del nostro sistema planetario. Abbiamo trovato un oggetto straordinario, che ci fa pensare - ha concluso - che potrebbero esserci molti altri asteroidi come questo ancora sconosciuti nel Sistema Solare”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: