La Thailandia dove l'elefante è di casa

Con Surin Project volontari contribuiscono a loro salvaguardia

di Vincenzo Piegari ROMA

BANGKOK - Vivere a contatto con gli elefanti per poche ore o anche per settimane si può, il tutto all'insegna della loro salvaguardia e sicurezza. Un sogno che in Thailandia può diventare realtà grazie al Surin Project, un progetto all'avanguardia avviato nel piccolo villaggio di Baan Tha Klang nella provincia di Surin, dove l'obiettivo principale è contribuire a migliorare le condizioni di vita di questi animali, dandogli l'opportunità di muoversi liberamente in un ambiente naturale. Essendo cresciuti in cattività gli elefanti non sono autosufficienti e necessitano delle cure dell'uomo per sopravvivere: è per questo che chiunque può iscriversi come volontario e passare da poche ore a qualche settimana a lavorare con i mahout, aiutandoli a piantare erba, canna da zucchero e bambù e costruire rifugi per gli elefanti.
    Un progetto teso a evitare quanto accadeva in passato e cioè la mancanza di opportunità di lavoro e il deterioramento dell'habitat naturale dell'elefante che hanno costretto molti mahout di Ban Tha Klang a portare i loro elefanti in grandi città come Bangkok e mendicare per le strade. La mancanza di cibo di alta qualità e acqua pulita, insieme con l'ambiente stressante di lavoro influisce seriamente sulla salute degli elefanti, sia fisicamente che psicologicamente.
    Il Surin Project è gestito da Save Elephant Foundation (SEF), un'organizzazione non-profit thailandese. La SEF è dedicata a fornire assistenza e assistenza alla popolazione di elefanti in cattività in Thailandia attraverso un approccio sfaccettato che coinvolge la comunità locale, programmi di soccorso e riabilitazione e operazioni di ecoturismo educativo. Ciascuno di questi progetti è mirato a espandere le attività di eco-turismo autosufficienti che avvantaggino le comunità e gli ecosistemi locali. Il progetto Surin è nato da una cooperazione con l'organizzazione amministrativa provinciale di Surin, che punta a creare una specie di 'santuario' per elefanti a livello mondiale per offrire opportunità gratuite per gli oltre 180 elefanti che erano presenti nel Surin Elephant Study Center.
    Per ulteriori informazioni sui progetti Surin, visitare www.surinproject.org o www.saveelephant.org.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE: