ANSAcom

Carnevale Venezia, migliaia di contatti per la festa sul web

Sindaco Brugnaro, la città dimostra che è viva e pronta a ripartire

Venezia ANSAcom

Carnevale 2021, la tradizione veneziana è approdata nel web. La festa più conosciuta di Venezia si conclude oggi, martedì grasso, anche se quest'anno non si è vista in Piazza San Marco, tra campi e campielli del centro storico lagunare, ma sul web e sui social network. Una sfida, a causa dell'emergenza sanitaria, tutt'altro che scontata, che ha coinvolto il pubblico da ogni parte del mondo con trasmissioni in tutto simili a quelle televisive, ospiti protagonisti della manifestazione, dirette e rubriche, collegamenti esterni. L’edizione digitale giunge al termine dopo otto giorni di ricca attività online e con una grande risposta da parte del pubblico nazionale e internazionale. “Edizione unica nel suo genere – ha commentato il sindaco di Venezia, Luigi Brugnaro - La cosa più importante era far capire al mondo e a chi ama la nostra città e il Carnevale in particolare, che Venezia è viva ed è pronta a ripartire proprio dalle sue tradizioni e dall’innovazione”.

In tutto, otto le puntate in streaming trasmesse dal piano nobile di Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia, in diretta sul sito del Carnevale, sui suoi canali social e su Televenezia (canale 71 del digitale terrestre). La storia della manifestazione, aneddoti sul presente e racconti del passato, intervista e tradizioni, come quella delle dodici Marie e del Volo dell’Angelo, dalle sue maschere più famose ai costumi e ai travestimenti, dal teatro alla trasgressione. Ogni giorno 12 ospiti, 10 tecnici e 10 artisti per un totale di 150 maestranze tecnico artistiche coinvolte.
Il tutto è andato in onda sul sito ufficiale del Carnevale (15mila contatti giorno), sui canali social del Carnevale di Venezia (Fb oltre 90mila, iG 30mila circa) e su Televenezia.
Sono stati coinvolti gli atelier di costumi tipici del Carnevale veneziano e le maestranze dell’artigianato locale, le botteghe dei maschereri tramite l’omonima compagnia. Inoltre è stata promossa l’enogastronomia e l’ospitalità del periodo carnevalizio attraverso il coinvolgimento di bàcari, ristoranti, pasticcerie, panetterie.
Basti pensare ai mille i partecipanti delle “virtual room”, le 24 stanze virtuali di cui 20 dedicate ai bimbi e ai ragazzi di età compresa tra i 7 ai 17 anni. In particolare, per i più piccoli, il Kids Carnival ha proposto laboratori, performance, racconti interattivi, e un’edizione digitale del concorso La Mascherina più Bella. Per gli adolescenti, il Teen Carnival ha proposto travestimenti, tutorial, contest, meet&greet con gli influencer del momento: Alice de Bortoli (con l’edizione delle pillole Alice al Carnevale di Venezia e con la virtual dedicata alla maschera) e Diego Fusina con il Tik Tok Carnival Challenge. Inoltre, 4 stanze virtuali sono state dedicate al concorso della Maschera più bella che ha visto oltre 1000 partecipanti che hanno indossato i costumi dalle proprie case. A vincere quest'anno due maschere a pari merito, La Medichessa della Peste (Castel San Lorenzo, Italia) e La gioia di vivere (Amburgo, Germania) sarà ospite speciale del Carnevale di Venezia 2022.
Mara Stefanuto è stata eletta la Maria del carnevale di Venezia 2020/2021, in collegamento online con la giuria, ed è stata presentata oggi al pubblico con la vestizione dell’Atelier Pietro Longhi, volerà quindi come Angelo del Carnevale dal campanile di Piazza San Marco nell’edizione 2022, domenica 20 febbraio. Venezia è stata anche protagonista sulla neve di Cortina, con la parate storica e allegorica ideata da Antonia Sautter durante la cerimonia di apertura dei Mondiali 2021.

In collaborazione con:
Comune di Venezia

Archiviato in


      Modifica consenso Cookie