ANSAcom

Salone Risparmio raggiunge record con sostenibilità

Quasi 16 mila visitatori. Sachs illumina platea su clima

MILANO ANSAcom

"Vogliamo un'industria sempre più sostenibile, responsabile socialmente ed inclusiva, consapevoli del valore economico e sociale di questi termini. La sostenibilità è un importante driver evolutivo della nostra industria con un impatto paragonabile alla disruption tecnologica". Così il presidente di Assogestioni, Tommaso Corcos, il 2 aprile ha inaugurato il Salone del Risparmio 2019, la manifestazione dedicata al risparmio gestito che dopo tre giorni si è rivelata "l'edizione più grande di sempre", con oltre 15.700 visitatori.

Le immagini della marcia sul clima che il 15 marzo ha coinvolto i ragazzi di tutto il mondo hanno chiuso questa decima edizione, insieme all'intervento dell'economista americano e guru dello sviluppo sostenibile, Jeffrey Sachs, il quale ha sottolineato che "dobbiamo impegnarci tutti per uno sviluppo sostenibile che garantisca un futuro al pianeta". "Abbiamo bisogno di una società educata e inclusiva, di una migliore distribuzione della ricchezza, di smettere di distruggere il nostro pianeta: per garantirci un futuro dobbiamo lavorare con il massimo impegno allo sviluppo sostenibile". Nel suo keynote speech, il direttore del Centro dello Sviluppo Sostenibile della Columbia University, ha evidenziato le mancanze che emergono dal nostro modello socioeconomico e la necessità di una maggiore attenzione al benessere delle persone e del pianeta: "Sembra che tutto ruoti intorno alle previsioni del Pil, ma la crescita del prodotto interno lordo non produce benessere e felicità. Il concetto di sviluppo sostenibile è nato 27 anni fa e stiamo ancora cercando di realizzarlo. In tal senso, sono quattro le dimensioni che dobbiamo considerare: lo standard materiale di vita, il benessere, l'inclusione sociale e la sostenibilità ambientale". Alla Consob è toccato fare il punto sui parametri di valutazione, sempre da un punto di vista sostenibile, delle società quotate o che si vogliono quotare. "Il regolatore non può permettersi uno strabismo - spiega il Commissario Paolo Ciocca -.Questo per dire che il perseguimento degli obiettivi di sostenibilità finanziaria non può prescindere da una visione integrata di due mondi: quello dell'intermediazione mobiliare e quello relativo alla disclosure delle informazioni non finanziarie". È fondamentale da parte del regolatore guardare alla protezione dell'investitore. "La sostenibilità si integra all'interno di una missione più ampia - ha aggiunto -. In tal senso, la direttiva 2014 ha introdotto l'obbligo per gli enti di interesse pubblico di presentare la dichiarazione sulle cosiddette non financial information. A oggi, i soggetti che hanno predisposto questa dichiarazione sono già 210. Lato intermediazione mobiliare, e quindi prodotti, poi, il legislatore comunitario sta sostenendo attivamente l'evoluzione della finanza sostenibile.

Per quanto riguarda i giovani, il progetto Icu, "Il tuo Capitale Umano", a cui hanno aderito 22 Sgr, si è concluso con 40 stage offerti (secondo le prime rilevazioni) e oltre 600 ragazzi coinvolti attraverso il roadshow in 10 università sul territorio nazionale. Inoltre, 200 studenti universitari sono stati convocati per un colloquio di lavoro e oltre 200 si sono iscritti agli 'speed date' del Salone con le aziende; 1900 i curricula caricati sulla piattaforma dedicata al progetto e oltre 300 i partecipanti alla conferenza dedicata agli studenti universitari.

In collaborazione con:
Assogestioni

Archiviato in