Ducati 2020, arrivano Multistrada Grand Tour e Panigale V2

Completamente rivista anche Panigale V4 più facile e intuitiva

Motori Due Ruote
Chiudi Ducati 2020, arrivano Multistrada Grand Tour e Panigale V2 (ANSA) Ducati 2020, arrivano Multistrada Grand Tour e Panigale V2

Ducati, in occasione del grande evento Première 2020, ha svelato - in anticipo rispetto alla presenza ad EICMA 2019 a novembre, numerose novità. Oltre alla Streerfighter V4, una super naked da 208 Cv, l'AD della Casa di Borgo Panigale ha mostrato agli oltre 1.000 invitati la nuova gamma Scrambler, con la proposta inedita Icon Dark - modello d'accesso tra le 800 cc della Land of Joy, visto il prezzo che parte da 8.390 euro - accompagnata da due bozzetti di concept bike inediti realizzati dal Centro Stile Ducati e che saranno presentati a EICMA 2019, la Scrambler Motard e la Scrambler Desert X.
E' poi stata la volta della nuova Multistrada 1260 S Grand Tour, versione speciale della 1260 S dedicata a chi ama viaggiare veloce anche su lunghe distanze, senza rinunciare al confort. A seguire le due nuove colorazioni con cui il Diavel 1260 viene proposto per il 2020, ovvero in total black con il Dark Stealth (disponibile per la versione standard), ma anche in un inedito Ducati Red con grafiche bianche e sottocoda rosso (nella versione S), capace di esaltare la sportività e lo spirito da power-cruiser di questa originale moto.
Grandi applausi, tra le novità assolute Ducati per il 2020, per la Panigale V2, la bicilindrica sportiva che presenta un'estetica completamente nuova, oltre a un'elettronica raffinata basata sull'utilizzo della piattaforma inerziale. Panigale V2 si conferma così incredibilmente performante e sicura nell'uso sportivo, ma - grazie a una sella confortevole e al setup delle sospensioni - risulta anche sfruttabile e godibile nell'utilizzo stradale. La Panigale V2 è spinta dal Superquadro da 955 cc con una potenza massima di 155 Cv e una coppia massima di 104 Nm a 9.000 giri (conforme alla normativa Euro 5).
La ciclistica basata sul telaio Monoscocca è vestita con un design elegante e sportivo. La carenatura ha superfici estese che avvolgono la meccanica, esaltando le dimensioni contenute del bicilindrico Superquadro e creando una moto visivamente compatta. Dotata del forcellone monobraccio e di un nuovo scarico (con il silenziatore di dimensioni estremamente compatte ed uscita singola laterale sotto al motore) la Panigale V2 si distingue per la 'pulizia' del design tipica delle supersportive Ducati e sottolineata dalla tradizionale colorazione integrale Rosso Ducati abbinata ai cerchi di colore nero.
Altra importante anteprima è la Panigale V4, che per il 2020 si rinnova grazie a una serie di affinamenti che l'hanno resa più facile, più intuitiva, meno affaticante e allo stesso tempo più veloce non solo sul giro singolo, ma anche nell'arco di una sessione cronometrata. Gli ingegneri Ducati, insieme a quelli di Ducati Corse, sulla base dei dati provenienti dai campi di gara hanno completato un importante lavoro che ha permesso di definire una serie di modifiche all'aerodinamica, alla ciclistica, ai controlli elettronici e alla mappatura del sistema Ride by Wire. Sono state così incrementate stabilità, velocità di inserimento e tendenza a chiudere le linee, oltre a dare maggiore confidenza al pilota nella gestione dell'acceleratore. Panigale V4 è ora equipaggiata con contenuti ereditati dalla V4 R, a partire dal pacchetto aerodinamico che migliora la protezione all'aria del pilota in carena e la stabilità globale del veicolo.
Completano l'aggiornamento il telaio Front Frame con rigidezze modificate, il Ducati Traction Control (DTC) EVO 2 e il Ducati Quick Shift up/down (DQS) EVO 2 che riduce i tempi di taglio in 'up shift'. È stata anche sviluppata una nuova mappatura del sistema Ride by Wire che prevede diverse logiche di gestione della coppia erogata.
La Panigale V4 è spinta dal Desmosedici Stradale di 1.103 cc distribuzione Desmodromica di derivazione MotoGP, unico nel suo genere per l'albero motore controrotante e l'ordine degli scoppi Twin Pulse. Il motore eroga 214 Cv ed una coppia di 12,6 kgm a 10mila giri, valore questo che la rende godibile anche nell'impiego stradale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tabacco: Bellanova, no accordi a ribasso con le multinazionali

Il 30/10 confronto al Mipaaf con il Giappone e 31 con il Regno Unito

Terra & Gusto Istituzioni
Chiudi Tabacco: Bellanova, no accordi a ribasso con multinazionali (ANSA) Tabacco: Bellanova, no accordi a ribasso con multinazionali

ROMA - Il rinnovo degli accordi con le multinazionali del tabacco all'insegna della tutela del tabacco italiani: è questo il tema centrale degli incontri in programma a fine mese, il 30 ottobre con Japan Tobacco International e il 31 con British American Tobacco. Lo ha annunciato la ministra delle Politiche agricole Teresa Bellanova, oggi in Umbria per incontrare le imprese del comparto.

"In quella sede discuteremo del rinnovo degli accordi. Sarà una discussione tecnica, con l'obiettivo chiaro di tutelare i produttori agricoli di tabacco italiani", ha aggiunto, precisando: "Voglio essere chiara: noi non possiamo accettare accordi al ribasso. Chi realizza 2.6 miliardi di euro di fatturato netto in Italia deve acquistare tabacco italiano", ha concluso la ministra. "Questo è un settore importante per il nostro Paese - ha sottolineato - e il tabacco dell'Alto Tevere fa parte del patrimonio non solo paesaggistico ma identitario e culturale del territorio. Un comparto importante, capace in questo territorio di fare aggregazione, di organizzare un rapporto diverso con la trasformazione, di razionalizzare la filiera". 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Scania si aggiudica titolo 'Truck of the Year Latin America'

Vince la gamma di veicoli industriali per l'anno 2020

Motori Attualità
Chiudi Scania si aggiudica titolo 'Truck of the Year Latin America' (ANSA) Scania si aggiudica titolo 'Truck of the Year Latin America'

La nuova generazione di veicoli industriali Scania si aggiudica il 'Truck of the Year Latin America' per l'anno 2020. La selezione è stata effettuata da una giuria composta da 15 editori e giornalisti specializzati in veicoli commerciali, provenienti da Brasile, Argentina, Cile e Perù. Il premio è stato presentato a Fenatran, la più grande manifestazione dedicata al mondo dei trasporti in America Latina.
''Dall'introduzione in America Latina, all'inizio dell'anno, della nuova generazione di veicoli Scania, i clienti hanno manifestato lo stesso entusiasmo già precedentemente dimostrato dai colleghi europei - ha evidenziato Christopher Podgorski, presidente e ad di Scania Latin America - L'eccezionalità dei nuovi veicoli è stata comprovata, in particolare per quanto riguarda il risparmio di carburante, che garantisce la migliore economia operativa totale e contribuisce alla lotta ai cambiamenti climatici''.
Basato sulle stesse regole dell' 'International Truck of the Year', il premio latino-americano viene assegnato ai veicoli industriali introdotti sul mercato negli ultimi 12 mesi. La decisione della giuria si basa sulla valutazione del veicolo che ha contribuito maggiormente all'efficienza dei trasporti su strada. Vengono presi in considerazione numerosi criteri quali l'innovazione tecnologica, il comfort, la sicurezza, la guidabilità, il consumo di carburante, l'impronta ambientale e l'economia operativa totale.
La nuova generazione Scania ha già vinto il premio International Truck of the Year nel 2017 in Europa. Veicoli commerciali e industriali Scania, Volvo, Iveco e Volkswagen sono stati tra i contendenti di questo primo Truck of the Year Latin America.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nata la lente a contatto che rilascia farmaci nell'occhio

Permetterà di trattare alcune malattie infiammatorie

Salute & Benessere Medicina
Chiudi Nata una lente a contatto che rilascia farmaci negli occhi (ANSA) Nata una lente a contatto che rilascia farmaci negli occhi

 Una lente a contatto capace di rilasciare farmaci direttamente nell'occhio, in modo prolungato.
    E' stata messa a punto nel Massachusetts Eye and Ear e del Boston Children's Hospital ed è descritta sulla rivista Biomaterials. La lente che rilascia i farmaci potrebbe essere utile per la terapia delle malattie della retina per le quali i colliri non sono efficaci. Molte di queste condizioni richiedono oggi iniezioni oculari e impianti invasivi. Le lenti sono state sperimentate con il desametasone, uno steroide usato per trattare le malattie infiammatorie degli occhi, su alcune cavie che avevano uveite ed edema maculare. Gli esperimenti hanno dimostrato che le lenti hanno fornito in modo sicuro un rilascio prolungato del farmaco per una settimana. Secondo il lavoro, le lenti a contatto sono risultate efficaci quanto le iniezioni per prevenire danni alla retina che si sarebbero potuti verificare senza i trattamenti farmacologici. La maggior parte delle malattie della retina sono attualmente trattate con iniezioni o impianti, che portano potenziali effetti collaterali tra cui l'aumento della pressione oculare, il distacco della retina, il sanguinamento e l'infezione. A causa della paura di avere gli aghi inseriti negli occhi, spiegano gli studiosi, quasi un paziente su quattro che deve essere sottoposto a iniezioni oculari non ritorna agli appuntamenti per continuare la terapia. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Exxon e NY in tribunale, al via battaglia su clima

Stato accusa big di aver mentito a investitori su rischi

Ambiente & Energia Clima
Chiudi Exxon Mobile Fraud Case in New York (ANSA) Exxon Mobile Fraud Case in New York

NEW YORK - Si è aperto, dopo quattro anni di battaglia, il processo che vede New York contro il gigante petrolifero Exxon, accusata di aver mentito agli azionisti e al pubblico sui costi e le conseguenze del cambiamento climatico.
    Nelle arringhe iniziali Exxon ha messo in evidenza come New York abbia cercato di dimostrare per anni invano che la società ha rilasciato dichiarazioni false sui rischi legati al cambiamento e ai suoi effetti sul colosso e sui suoi conti.
    Secondo lo stato di New York, Exxon aveva previsioni e stime interne alla società sul costo futuro delle emissioni ben diverse da quelle rilasciate nelle dichiarazioni pubbliche.
    Exxon "ha fallito nelle gestione dei suoi rischi. Deve essere onesta con i suoi investitori" ha detto Kevin Wallace, responsabile pro tempore dell'ufficio per la tutela degli investitori del procuratore di New York. Ted Wells, il legale dello studio Paul Weiss che rappresenta Exxon, ha replicato secco: Exxon ha ammesso che il cambiamento climatico è reale, ma il cambiamento climatico "non consente al procuratore generale di New York di presentare denunce senza merito, e denunce così lontane dalla verità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Nei succhi cresce mercato a base di latte vegetale e frutta secca

Vale ora 12 miliardi ma in 7 anni si stima crescita a 31 miliardi

Terra & Gusto In breve
Chiudi Succhi di frutta:765 mln di litri il consumo annuo italiano (Fonte: Pixabay) (ANSA) Succhi di frutta:765 mln di litri il consumo annuo italiano (Fonte: Pixabay)

PARMA - Sul mercato delle bevande sono presenti nuove tendenze sfruttando sinergie con prodotti a base di frutta secca e latte vegetale, come evidenziato a Cibus Tec durante l'incontro organizzato dall'International Fruit and Vegetable Juice Association (Ifu) sul futuro dell'industria del succo ( "The Future of Juice").

''La nutrizione a base vegetale è un mercato in fermento - ha detto Fabio Aliotta, ceo di Nutrafood (membro del gruppo Doehler) - cresce per volumi totali. Fino a qualche anno fa era considerato di nicchia. Ora è sempre più globale. I numeri lo testimoniano: le previsioni di crescita sono pari a 31 miliardi nei prossimi 7 anni (12 miliardi quelli attuali). Il trend è favorito dall'inserimento delle grandi multinazionali (come Coca Cola)''.

E per indicare il valore di questo comparto nel mondo food & beverage, è stato presentato un corso di alta formazione estiva in collaborazione tra Università di Parma e Ifu all'interno del quale verranno alternate lezione teoriche e attività pratiche incentrate sui processi di lavorazione dei succhi di frutta: dall'estrazione alla chiarificazione, dalle tecnologie di stabilizzazione agli aspetti nutritivi e legislativi. L'attività pratica verrà svolta nei laboratori dell'Università di Parma e in linee pilota messi a disposizione dai partner.

L'appuntamento, dal 29 giugno al 2 luglio 2020 è rivolta a neolaureati e tecnici che vogliono approfondire la conoscenza sul tema.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

A maggio 2020 torna a Modena la 'Motor Valley Fest'

In programma dall'11 al 17

Motori Attualità
Chiudi Motor Valley Fest (ANSA) Motor Valley Fest

Torna a Modena, il prossimo maggio, la Motor Valley Fest, festival dedicato al mondo dei motori. L'appuntamento, giunto alla sua seconda edizione, è in programma dal 14 al 17 maggio del 2020 nel centro storico della città emiliana, ma anche in Autodromo e sul territorio attraverso i musei e le collezioni più esclusive della terra dei motori.
    I quattro giorni modenesi celebreranno la passione per auto e moto, le innovazioni tecnologiche nel mondo dell'automotive e la cultura storica, artistica ed enogastronomica dell'Emilia-Romagna.
    Nel corso della kermesse vi saranno esposizioni delle auto e delle moto create nella Motor Valley - dalla Ferrari alla Maserati, dalla Lamborghini alla Dallara, alla Pagani e alla Ducati - e dalle case internazionali che il pubblico potrà ammirare e provare su strada e in pista.
    Spazio dato anche all'innovazione e alla mobilità del futuro, con area, denominata 'Innovation & Talents', che vedrà protagoniste università, istituti tecnici, laboratori di ricerca, start up e aziende. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vino: Consorzio Valpolicella vola a Shanghai e a Singapore

Bussinello, Asia strategica soprattutto in un periodo di forte incertezza dei nostri mercati storici

Terra & Gusto A tavola con ANSA
Chiudi Vino: Consorzio Valpolicella vola a Shanghai e a Singapore (ANSA) Vino: Consorzio Valpolicella vola a Shanghai e a Singapore

ROMA - Missione asiatica nei prossimi giorni per il Consorzio Vini Valpolicella. Con una ventina di aziende sarà presente nello spazio collettivo a Vinexpo Shanghai da domani al 25 ottobre, mentre il 28 ottobre debutterà sul mercato di Singapore con un evento dedicato al trade del centro finanziario della penisola malese.

Nella prima collettiva del Consorzio al Vinexpo di Shanghai, capitale enoica per consumi nel Dragon, Valpolicella Ripasso e 'Amarone saranno i protagonisti anche di una masterclass sul metodo dell'appassimento a cura del miglior sommelier cinese 2018 e Valpolicella Wine Specialist, Felix Zhang. Sarà possibile andare alla scoperta dei grandi rossi veronesi e del loro territorio con Jessica Tan e Wai Xin Chan, wine educator e specialisti della Valpolicella.

"Inutile sottolineare l'importanza strategica del mercato cinese, soprattutto in un periodo di forte incertezza dei nostri buyer storici", ha detto il direttore del Consorzio Vini Valpolicella, Olga Bussinello, aggiungendo che "la Valpolicella ha tutto per essere maggiormente protagonista in Asia e anche l'area del Sud-Est asiatico offre ampi margini di crescita; e questo a partire da Singapore, quarto principale centro finanziario del mondo e nella top 20 dei principali buyer globali di vino, nonostante una popolazione di appena 5,5 milioni di abitanti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ducati 2020, svelata super-naked Streetfighter V4 da 208 Cv

Deriva da Panigale V4, offre prestazioni top in tutta sicurezza

Motori Due Ruote
Chiudi Ducati 2020, svelata super-naked Streetfighter V4 da 208 Cv (ANSA) Ducati 2020, svelata super-naked Streetfighter V4 da 208 Cv

Grande protagonista della Ducati World Première 2020, che si svolta oggi al Palacongressi di Rimini - è stata la nuova Streetfighter V4, una super-naked attesa dagli appassionati di tutto il mondo derivata dalla Panigale V4 e candidata allo scettro di 'regina' dell'imminente EICMA 2019.

Questo nuovo modello per i 'puristi' delle due ruote ad altissime prestazioni è in pratica una Panigale V4 spogliata delle carene, con manubrio alto e largo, che è scesa a 178 kg di peso. La presenza del motore Desmosedici Stradale 1.103 cc da 208 Cv, delle ali biplano (di derivazione agonistica) e di un pacchetto elettronico di ultima generazione creano una combinazione di fattori e modifiche che a Borgo Panigale hanno definito 'The Fight Formula'. Il risultato è una naked Ducati 'esagerata', moderna e tecnologica con un design aggressivo ed emozionale, una moto che non fa nulla per nascondere prestazioni al vertice del segmento, ma che garantisce godibilità e divertimento anche nell'utilizzo quotidiano. Lo spirito della Streetfighter V4 è perfettamente rappresentato dal design minimalista del proiettore Full-Led, ulteriormente caratterizzato dal DRL a V che, se da un lato richiama il frontale della Panigale V4, dall'altro rimanda all'espressione folle del Joker, il personaggio dei fumetti a cui si è ispirato il designer del Centro Sile Ducati nel realizzare la nuova naked di Borgo Panigale. Sullo Streetfighter V4 il telaio Front Frame e il motore Desmosedici Stradale sono lasciati quanto più possibile a vista, solo parzialmente coperti da sovrastrutture ridotte al minimo e con linee affilate, che creano un insieme pulito ed essenziale.

Tanto carattere nel design non poteva che essere abbinato a un motore potente come il Desmosedici Stradale da 1.103 cc in versione da 208 Cv. Si tratta di una potenza impressionante per una naked, che può però essere sfruttata con facilità nell'impiego su strada grazie ad una mappatura dedicata del controllo motore. In abbinamento a un peso a secco di 178 kg (della versione S) questo motore porta il rapporto potenza/peso a un valore di 1,17. Le prestazioni possono crescere ulteriormente montando lo scarico full-racing Ducati Performance by Akrapovi, che innalza la potenza a 220 Cv e consente una riduzione di peso di altri 6 kg. Le esuberanti performance di questa spettacolare moto sono stabilizzate dalla raffinata elettronica analoga a quella della Panigale V4 e dalle ali in configurazione biplano sviluppate dagli aerodinamici di Ducati Corse. Le ali, collocate in posizione avanzata per massimizzare l'effetto, generano 28 kg di downforce a 270 km/h, riducendo il 'galleggiamento' della ruota anteriore alle alte velocità, la tendenza all'impennata e incrementando la stabilità durante le fasi di frenata, ingresso e percorrenza di curva. Questo comportamento dinamico infonde sicurezza su strada, mentre in pista, limitando l'intervento dei controlli elettronici e consentendo di frenare più tardi, introduce grandi benefici a livello prestazionale. Il pacchetto elettronico di ultima generazione di Streetfighter V4 è basato sull'impiego di una piattaforma inerziale a 6 assi in grado di rilevare istantaneamente angolo di rollio, di imbardata e di beccheggio della moto nello spazio.

I controlli gestiscono tutte le fasi della guida: alcuni sono deputati a partenza, accelerazioni e frenate, altri sovrintendono alla trazione, altri ancora sono relativi alle fasi di percorrenza e uscita di curva. Il tutto per aggiungere alla eccellenza delle prestazioni anche la sicurezza.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Da Rolls Royce in arrivo tre nuove one-off a tema Phantom

Per brand record di sempre per domanda di vetture personalizzate

Motori Prove e Novità
Chiudi Da Rolls Royce in arrivo tre nuove one-off a tema Phantom (ANSA) Da Rolls Royce in arrivo tre nuove one-off a tema Phantom

Con le nuove realizzazioni uniche Phantom Horology, Digital Soul e Arabian Gulf, la Rolls-Royce celebra il picco più alto di sempre di richiesta per versioni personalizzate dei modelli della sua gamma, prodotte artigianalmente nella fabbrica di Goodwood.
Per confezionare la Phantom Horology i designer britannici si sono confrontati con i maestri orologiai svizzeri di La Chaux de Fonds, per interpretare su ruote lo spirito di complessità che si cela all'interno di alcuni degli orologi più desiderati al mondo. Le tonalità oro e argento impreziosiscono interni ed esterni della vettura dal cui radiatore si staglia la celebre statuina dello Spirit of Ecstasy, placcata in oro a 24 carati. All'interno, l'occhio è attratto dal più grande intarsio in acciaio inossidabile e oro mai realizzato per una Phantom. L'orologio Rolls Royce è incastonato in una solida cassa in argento guilloché.

La Phantom Digital Soul nasce come studio sull'artigianato contemporaneo, come celebrazione della tecnologia. La colorazione esterna bicolore è impreziosita da una linea di bellezza dorata e da una statuetta Spirit of Ecstasy placcata oro. Nell'abitacolo spicca la selleria con cuciture dorate e monogrammi che raffigurano l'emblema 'RR' e il più grande elemento in acciaio in stampa 3D mai realizzato a Goodwood. Incastonare gli intarsi in oro nel legno ha richiesto circa tre mesi di lavoro. Le griglie dei diffusori placcate in oro chiudono il cerchio dell'opera.

La Phantom Arabian Gulf è ispirata ai costumi mediorientali, dall'audace architettura contemporanea all'artigianato tradizionale ornato. Aprendo le porte, l'abitacolo mostra un senso di movimento, ispirato agli oceani. Un orologio in madreperla punteggia è il gioiello più prezioso di bordo, dove spiccano i ricami in oro e i dettagli in madreperla. Sul cielo vettura brillano sino a 1.334 punti di luci realizzati in fibra ottica.

In relazione a queste tre nuove proposte, John Beckley, responsabile della Rolls Royce Bespoke, ha commentato: ''La nostra divisione Bespoke lavora instancabilmente per soddisfare la domanda dei clienti. Mai prima d'ora abbiamo visto tali livelli di richiesta di personalizzazione su misura. Queste tre Phantom hanno sono lo specchio della straordinaria abilità del nostro team nell'interpretare e realizzare i desideri dei nostri clienti''.
Torsten Mueller Oetvoes, amministratore delegato di Rolls Royce Motor Cars, ha quindi aggiunto: ''I nostri designer di versioni su misura traducono magistralmente elementi di gusto globali in opere d'arte, andando oltre le convenzioni automobilistiche per ridefinire le possibilità dei veicoli di lusso. Queste tre Phantom sono molto diverse fra loro, ognuna illustra in una chiave differente la straordinaria ampiezza della personalizzazione su misura disponibile per i clienti del nostro marchio''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Finali Ferrari Challenge a Mugello, durante gare vola 4/o Stormo

Caccia reparto aviazione ha come simbolo il Cavallino rampante

Motori Attualità
Chiudi Giancarlo Fisichella (ANSA) Giancarlo Fisichella

Mentre i piloti sfrecceranno al Mugello per le gare conclusive del Ferrari Challenge, campionato monomarca che come ogni anno raduna nelle 'Finali Mondiali Ferrari' tutti i piloti che partecipano alle competizioni di Europa, Nord America e Asia-Pacifico, i cieli verranno percorsi dagli aerei del 4/o Stormo dell'Aeronautica Militare Italiana di stanza a Grosseto, il reparto caccia che porta come simbolo il Cavallino Rampante, proprio come quello Ferrari, e che fu prima di tutti l'emblema dell'eroe dell'aviazione Francesco Baracca. Così una delle iniziative che correderanno nel fine settimana l'evento delle Rosse, occasione in cui si festeggeranno anche i 90 anni della scuderia Ferrari.
    Domenica, oltre alla presenza dei caccia del IV Stormo, sono previste altre emozionanti esibizioni: la simulazione di una gara di Formula 1 a cui parteciperà tra gli altri l'ex pilota F1 Giancarlo Fisichella insieme ai campioni delle Gran Turismo e le parate di Formula 1 storiche e delle vetture laboratorio Fxx K.
    Nel paddock infine ci sarà una zona dedicata ai più piccoli, mentre nell'area espositiva si potranno ammirare 35 auto fra F1 e Gran Turismo che hanno trionfato nell'arco dei 90 anni, tutta la gamma Ferrari comprese le nuovissime 812 GTS e la F8 Spider, presentate solo poche settimane fa in anteprima mondiale, la SF 90, la prima stradale ibrida prodotta a Maranello e la 488 Evo, la vettura da competizione potenziata rispetto all'attuale 488, che parteciperà ai campionati 2020.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ducati 2020, momento solido per azienda di Borgo Panigale

AD Claudio Domenicali, 'lavoriamo a moto ancora più esclusive'

Motori Industria
Chiudi Ducati 2020, momento solido per azienda di Borgo Panigale (ANSA) Ducati 2020, momento solido per azienda di Borgo Panigale

Durante un mega-evento al Palacongressi di Rimini Ducati ha svelato oggi le sue importanti novità 2020, in largo anticipo rispetto all'apertura del Salone delle Due Ruote, l'EICMA 2019, che è in programma presso la Fiera di Milano-Rho dal 7 al 10 novembre. La Casa di Borgo Panigale, che dal 2012 fa parte del Gruppo Audi e che è guidata dall'AD Claudio Domenicali, ha letteralmente polarizzato l'attenzione degli oltre 1.000 presenti - fra stampa proveniente da tutto il mondo, clienti Vip e club di marca - mostrando in anteprima la gamma aggiornata di moto e di e-Bike, pronta a segnare nei rispettivi segmenti nuovi riferimenti peri stile, prestazioni, tecnologia ed esclusività.

Preceduta ieri dalla Global Dealer Conference (che ha riunito i più importanti concessionari Ducati, oltre mille persone in rappresentanza di 71 Paesi) la Ducati World Première 2020, trasmessa in live streaming mondiale e in Italia anche in diretta televisiva sul canale 208 Sky Sport MotoGP raggiungendo globalmente - secondo le prime stime - un totale di diverse centinaia di migliaia di spettatori.

''Per la Ducati World Première 2020 - ha dichiarato Domenicali - abbiamo scelto di restare nella Motor Valley, un territorio che unisce marchi straordinari, senza eguali nel mondo, di cui siamo fieri di far parte. Oggi sveliamo moto da sogno come la nuova naked Streetfighter V4, la Panigale V2, la versione 2020 della Panigale V4, che abbiamo reso più facile e meno affaticante, e la versione speciale Grand Tour per la Multistrada 1260 S. Ma anche a tre nuove e-Bike che affiancano la Ducati MIG-RR, presentata lo scorso anno''. Domenicali ha anche sottolineato ''il momento particolarmente solido e costruttivo per Ducati, non solo per i risultati commerciali finanziari che sono stati raggiunti, ma anche per lo spirito che coinvolge l'azienda a tutti i livelli e che porterà nei prossimi anni a lanci di nuovi prodotti ancora più performanti, innovativi ed esclusivi''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Le mostre del weekend: da Canova e Thorvaldsen a Dalì

E a Roma ci sono i disegni di Altan al Maxxi

ViaggiArt Speciali
Chiudi  (ANSA)

MILANO - Altan e i suoi personaggi, il confronto tra Canova e Thorvaldsen, i dipinti di grandi maestri della pittura come van Gogh, Monet e Degas e gli scatti di Toscani: ecco cosa si potrà vedere nelle mostre del prossimo weekend.

MILANO - Dal 24 ottobre al 15 marzo alle Gallerie d'Italia la grande mostra "Canova | Thorvaldsen. La nascita della scultura moderna" che mette in relazione il maestro italiano con quello danese. Un percorso straordinario, con prestiti importanti da grandi istituzioni museali, che accoglie 150 opere divise in 17 sezioni dei due padri della scultura moderna, contemporanei e rivali, per spiegarne la complessità, tra analogie e differenze. "Canova. I volti ideali" è invece la mostra allestita in contemporanea alla Galleria d'Arte Moderna di Milano: il progetto, nel quale è ricostruita la genesi e l'evoluzione delle teste ideali, una tipologia di busti femminili realizzati dallo scultore all'apice della sua carriera, presenta 39 opere di cui 24 di Canova.
    PADOVA - Paul Mellon e sua moglie Rachel 'Bunny' Lambert, due tra i più importanti e raffinati mecenati del XX secolo, sono celebrati a Palazzo Zabarella nella mostra "van Gogh, Monet, Degas. The Mellon Collection of French Art from the Virginia Museum of Fine Arts" attraverso 70 capolavori di Degas, Delacroix, Monet, Picasso, van Gogh e altri maestri. Le opere, in mostra a Padova in esclusiva per l'Italia dal 26 ottobre al 1 marzo, coprono un arco cronologico che dalla metà dell'Ottocento giunge fino ai primi decenni del Novecento.
    NAPOLI - "Branding Dalí. La costruzione di un mito" è in programma a Palazzo Fondi dal 25 ottobre al 2 febbraio che mette in luce l'operazione di branding di se stesso attuata dall'artista catalano durante la sua vita. Nella mostra sono presentate serie grafiche, manifesti, libri, oggetti in porcellana, vetro, argento, terracotta, per un insieme di più di 150 opere, provenienti dalla collezione privata di uno dei segretari personali di Dalí e realizzate tra gli anni '50 e gli anni '80.
    ROMA - Disegni originali, poster, illustrazioni, quadri, schizzi, tavole, libri e filmati compongono la grande mostra "Altan. Pimpa, Cipputi e altri pensatori" che il Maxxi dedica dal 23 ottobre al 12 gennaio all'originale artista-narratore.
    Tra disegni sull'infanzia e fumetto d'avventura, tra romanzi illustrati e filmati di animazione, tra vignette e sceneggiature, il percorso delinea tutto il mondo di Altan.
    "L'enigma del reale. Ritratti e nature morte dalla Collezione Poletti e dalle Gallerie Nazionali Barberini Corsini" è la mostra in programma alla Galleria Corsini dal 24 ottobre al 2 febbraio. Esposte circa 30 opere appartenenti allo storico dell'arte, collezionista e pittore Geo Poletti, per lo più nature morte seicentesche, da quelle di ambito caravaggesco romano, alle "Cucine" emiliane, alle più sobrie e intime nature morte lombarde, oltre a un approfondimento sulla cosiddetta "Pittura di Realtà".
    REGGIO EMILIA - Ai Chiostri di San Pietro dal 24 ottobre all'8 marzo sarà possibile ammirare "Ritratto di giovane donna", eseguita dal Correggio attorno al 1520. La tela, uno dei capolavori del Rinascimento e di certo il più importante ritratto eseguito dal pittore, proviene direttamente dal Museo Ermitage di San Pietroburgo che l'ha concesso in prestito.
    AOSTA - Dal 26 ottobre al 15 marzo al Museo Archeologico Regionale è allestita la mostra "Carlo Fornara e il Divisionismo italiano" per raccontare il ruolo di primissimo piano che il pittore piemontese ebbe nell'arte italiana ed europea a cavallo tra Otto e Novecento. Prima monografica dedicata a Fornara in Valle D'Aosta, la mostra ospita circa 80 opere tra dipinti e disegni.
    SENIGALLIA - Il valore dell'eguaglianza tra popoli nell'accettazione delle differenze è al centro della mostra "Razza umana" di Oliviero Toscani: 70 fotografie del progetto ideato dal fotografo nel 2007 e portato in giro in tutto il mondo (in Italia già ospitato da più di 100 comuni) sono esposte nelle sale di Palazzo Ducale e di Palazzetto Baviera dal 25 ottobre al 2 febbraio. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Cibus Tec, per giovani è parco giochi e occasione lavoro

Molti spunti di ricerca e innovazioni vengono da universitari

Terra & Gusto Fiere & Eventi
Chiudi Cibus Tec, per giovani è parco giochi e occasione lavoro (ANSA) Cibus Tec, per giovani è parco giochi e occasione lavoro

PARMA - ''A Cibus Tec i giovani troveranno uno straordinario parco giochi e una straordinaria piattaforma dalla quale prendere ispirazione e chance di occupazione. Allo stesso tempo potranno incontrare le aziende e le tecnologie che qui espongono andando alla ricerca di nuovi spunti e proposte che vengono proprio da giovani universitari che sempre più massicciamente vengono a Cibus Tec. Stiamo ospitando circa 1000 studenti questo a testimonianza di quanto la piattaforma sia utile per la visita e utile anche per il loro futuro''. Lo ha detto Fabio Bettio, Brand Manager di Cibus Tec oggi incontrando i ragazzi in visita al salone internazionale promosso da Fiere di Parma.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Tesla, aperte tre nuove stazioni Supercharger in Italia

Sono a Borca di Cadore, Tarquinia e Vicenza

Motori Eco Mobilità
Chiudi Tesla, aperte tre nuove stazioni Supercharger in Italia (ANSA) Tesla, aperte tre nuove stazioni Supercharger in Italia

Negli ultimi due mesi, Tesla ha aperto 3 nuove stazioni Supercharger in Italia: Borca di Cadore (Belluno), Tarquinia (Viterbo) e Vicenza. La rete italiana è ora composta da 33 stazioni per oltre 300 singoli Superchargers.

Il Supercharger di Vicenza è il più recente. Situato all'interno del centro commerciale Le Piramidi, ospita 12 colonnine. È strategicamente posizionato in uno dei nodi autostradali più importanti d'Italia, nella seconda regione più visitata del Paese. Le 10 colonnine Supercharger di Tarquinia sono invece ideali per i clienti che guidano lungo la costa tirrenica. Questa stazione si trova vicino a Civitavecchia, consentendo ai conducenti di ricaricare prima di imbarcarsi per la Corsica o la Sardegna. La stazione di Borca di Cadore e i suoi 8 Supercharger consentono di raggiungere Cortina d'Ampezzo e altre località sciistiche della zona. È un sito ideale per ricaricare durante un viaggio per un week-end di montagna.

Le nuove infrastrutture di ricarica non sono l'unico modo in cui Tesla cerca di migliorare la ricarica per le vetture dei propri clienti. Di recente, infatti, sono state aggiornate molte stazioni Supercharger situate in Europa per fornire fino a 150 kWh di potenza (da 120 kWh in precedenza). Inoltre, Tesla ha implementato una nuova funzionalità per tutte le auto chiamata 'Riscaldamento della Batteria in Viaggio'. Con questa funzione, ogni volta che una Tesla naviga verso una stazione Supercharger, la vettura riscalda in modo intelligente la batteria per garantire che arrivi alla temperatura ottimale per la ricarica, riducendo del 25% i tempi medi di ricarica.

La ricarica al Supercharger è gratuita per tutte le nuove Model S e Model X. Su Model 3 si applicano le tariffe standard, ma i costi complessivi di ricairca risultano comunque inferiori ai costi di mantenimento di un equivalente veicolo con motore a combustione interna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Opel, Corsa vince premio 'auto aziendale' tra le piccole

Riconoscimento assegnato dalla rivista Auto Bild

Motori Attualità
Chiudi Opel, Corsa vince premio 'auto aziendale' tra le piccole (ANSA) Opel, Corsa vince premio 'auto aziendale' tra le piccole

Opel Corsa è stata votata 'Auto aziendale dell'anno' nella categoria delle piccole da Auto Bild.

Questo è il primo premio vinto dalla sesta generazione di Opel Corsa, presentata al Salone Internazionale dell'Automobile di Francoforte IAA in settembre.

''Insieme ad Astra, OpelCorsa è uno dei nostri modelli più importanti in Europa - ha dichiarato Harald Hamprecht, Vice president Communications di Opel, nel corso della cerimonia di premiazione del 'Company Car of the Year' svoltasi a Berlino - Opel democratizza la mobilità da 120 anni, mettendo tecnologie pionieristiche a disposizione di tutti. Questa è la nostra mission, questo è l'obiettivo di nuova Opel Corsa e i nostri clienti dimostrano di apprezzarlo molto - soprattutto tra le auto aziendali'''.

Si tratta della seconda volta che i lettori di Auto Bild eleggono l'auto aziendale dell'anno, scegliendo all'interno di sette categorie, dalle auto piccole e compatte alle vetture di lusso e a quelle ibride plug-in.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Auto: Mahle chiude due siti in Piemonte, La Loggia e Saluzzo

In tutto sono 450 i lavoratori coinvolti

Motori Industria
Chiudi Auto: stabile mercato Italia ricambi, cresce peso originali (ANSA) Auto: stabile mercato Italia ricambi, cresce peso originali

Mahle, gruppo di componentistica auto, chiuderà il sito produttivo di La Loggia e della fonderia di Saluzzo a esso collegata. In tutto sono 450 i lavoratori coinvolti. "I due siti - spiega l'azienda in una nota - hanno alle spalle anni critici dal punto di vista economico. La riduzione del livello di ordini a livello europeo, principalmente nella produzione di motori diesel, ha notevolmente ridotto la capacità utilizzata, attuale e futura, degli stabilimenti di La Loggia e Saluzzo, in cui vengono prodotti pistoni. Pertanto Mahle si trova purtroppo costretta a programmare la chiusura dei due stabilimenti e a breve saranno avviate le consultazioni con le organizzazioni sindacali.
    L'azienda collaborerà strettamente con i rappresentanti dei lavoratori per considerare ogni possibile misura alternativa e minimizzare il potenziale impatto sui circa 450 dipendenti.
    Nel 2018 il gruppo, che ha 79.000 dipendenti e 160 stabilimenti, ha generato vendite per 12,6 miliardi di euro.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Premio Autobest 2020, sei in lizza per 'best buy car'

Sono Peugeot 208, Opel Corsa, Nissan Juke e Skoda Kamiq

Motori Attualità
Chiudi La Opel Corsa tra le finaliste (ANSA) La Opel Corsa tra le finaliste

Opel Corsa, Nissan Juke, Peugeot 208, Renault Clio e Skoda Kamiq: sono queste le vetture finaliste per il premio Autobest 2020 che sarà annunciato a metà dicembre. I nuovi modelli in lizza per il riconoscimento saranno valutati da una giuria formata da giornalisti provenienti da 31 Paesi europei. L'auto vincitrice sarà nominata 'Best Buy Car of Europe 2020'.

Per aggiudicarsi il premio Autobest, una vettura deve rappresentare la migliore offerta per la maggioranza dei clienti europei. I criteri principali su cui si basa la votazione sono il prezzo, la rete di assistenza, la distribuzione delle parti di ricambio e la versatilità. Da annoverare fra i fattori d'importanza critica anche il design e i nuovi contenuti tecnologici.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

DS3 Crossback E-Tense, la sfida elettrica Ds parte da qui

Da inizio 2020, primo B-Suv premium 100% elettrico

Motori Prove e Novità
Chiudi DS3 Crossback E-Tense, la sfida elettrica Ds parte da qui (ANSA) DS3 Crossback E-Tense, la sfida elettrica Ds parte da qui

La 'rivoluzione' elettrica del gruppo PSA non poteva che partire dal marchio premium DS, l'unico brand 'nato' nel ventunesimo secolo - e di conseguenza anche il più giovane del mondo automotive - e tra i primissimi ad essere impegnato in ambito motorsport nel campionato di Formula E, di cui attualmente la casa francese detiene il doppio titolo sia in ambito costruttori che piloti.
Ed è proprio da questo mondo che è stata mutuata la tecnologia elettrica per tutti i giorni, quella che consente di utilizzare un'auto a zero emissioni come fosse una vettura equipaggiata con motore endotermico. Nulla di più semplice per PSA che porta avanti una strategia tesa ad offrire un portfolio di prodotti completo e adatto alle esigenze differenti dei clienti, proprio a partire da un'ampia gamma di motorizzazioni.

In concessionaria arriverà ad inizio 2020, assieme alla sorella maggiore DS7 Crossback E-Tense 4x4 in versione ibrida plug-in (che la casa svelerà solo tra qualche settimana), ma l'attesa è già altissima per la nuova DS3 Crossback E-Tense.
Il B-suv compatto - primo a zero emissioni nella nicchia 'premium' di questo segmento - si basa su una piattaforma multienergia e riprende tutti i 'must' della tecnologia elettrica sviluppata e affinata durante l'E-Prix.

DS3 Crossback E-Tense incarna i valori del brand premium, eleganza e stile ricercato proponendo, per gli interni, un abitacolo rilassante con sedili a doppia densità, materiali nobili e un comfort unico ma soprattutto tanta silenziosità a bordo, capace di ricreare un ambiente rilassato e comfortevole in pieno stile 'lounge'. La cura del dettaglio ritorna nell'utilizzo della Nappa Art Leather dei sedili lavorati come il cinturino di un orologio, proposti con l'ispirazione DS Opera, e un allestimento con impunture Point Perle a lavorazione Guilloché Clous de Paris. L'ispirazione DS Rivoli presenta una pelle nappa Grigio Roccia; l'Alcantara è invece la firma dell'ispirazione DS Performance Line per una personalizzazione più ricercata.
I comandi a sfioro e gli aeratori centrali, a forma di diamante, si trovano sotto un display HD da 10 pollici, che mostra i principali comandi e riunisce gli aiuti alla guida. La pompa di calore, il sistema di sorveglianza della pressione dei pneumatici, l'ABS con ripartitore di frenata, l'ESP, l'avviso attivo di superamento involontario della linea di carreggiata, la funzione Hill Assist, l'assistenza posteriore al parcheggio, la climatizzazione automatica e il volante in pelle sono di serie su tutte le versioni, così come gli otto Airbag e le maniglie delle porte a scomparsa.

La compattezza si racchiude in una lunghezza di 4,12 metri e un bagagliaio che raggiunge un volume di 350 litri (1050 con i sedili posteriori ribaltati), meno generoso, invece, lo spazio per i passeggeri posteriori. Con il suo motore da 100 kW / 260 Nm e la batteria da 50 kWh, DS 3 Crossback E-Tense si ricarica al 100 % in 5 ore su una colonnina domestica dedicata, e all'80 % in 30 minuti su una colonnina rapida da 100 kW. L'autonomia è di 320 km WLTP o 430 km NEDC, variabile secondo le condizioni e lo stile di guida.
Tre le modalità di guida proposte: 'eco', che porta al massimo l'autonomia, 'comfort' e 'sport' con un upgrade istantaneo di coppia. Sono disponibili inoltre due soluzioni per il recupero dell'energia, ereditate dalla Formula E, controllabili dal conducente: normale, per simulare il comportamento di un motore termico, o brake che applica una decelerazione massima di circa 1,3 m/s².

A livello tecnologico DS 3 Crossback E-Tense propone tutte le innovazioni di ultima generazione: il DS Connect Nav e la connettività DS Connect Box, i fari intelligenti DS Matrix Led Vision, un sistema di prossimità che estrae dalla carrozzeria le maniglie delle porte a scomparsa quando il guidatore si trova con la chiave a meno di 1,5 m dall'auto, l'Head up Display. In questa versione 100 % elettrica, il design esterno si distingue per le DS Wings cromate (escluso per l'ispirazione DS Performance Line, dove sono nere opache ), la griglia della calandra Grigio Anthracite (nero lucido nell'ispirazione DS Performance Line) e la firma E-Tense al posteriore. Sono disponibili inoltre i cerchi in lega 18'' Kyoto e la nuova tinta Grigio Cristallo. Infine, per quanto riguarda la guida autonoma su DS 3 Crossback E-Tense è previsto un livello 2 DS Drive Assist (hands off).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Frodi alimentari, i carabinieri sequestrano 3,8 tonnellate di cibo

Trovate false Dop,cibi scaduti e taroccati. Ministro Bellanova, no ai furti identità

Terra & Gusto In breve
Chiudi Frodi alimentari, carabinieri sequestrano 3,8 t di cibo (ANSA) Frodi alimentari, carabinieri sequestrano 3,8 t di cibo

ROMA - False Dop, cibi scaduti e taroccati come il il Cioccolato di Modica Igp e la Pera dell'Emilia Romagna Igp. E' il risultato di un'operazione condotta dai Reparti Tutela Agroalimentare (RAC) di Torino, Parma, Roma, Salerno e Messina, nel corso dell'ultimo mese, a seguito di controlli in 46 aziende del settore agroalimentare operanti sul territorio nazionale, che ha portato a un maxi sequestro da 3,8 tonnellate di alimenti, per un valore di oltre 33 mila euro, e sanzioni per oltre 98mila euro.

Sono state inoltre denunciate cinque persone: quattro titolari di attività ristorative ed il direttore di un supermercato per tentata frode e frode in commercio aggravata. L'operazione rientra nella Campagna "Tavola sincera" attivata sull'intero territorio nazionale dal Comando Carabinieri per la Tutela Alimentare.

Bellanova, no ai furti identità
"Per sostenere sulle nostre tavole e sui mercati internazionali il made in Italy, la qualità dei nostri prodotti e del nostro agroalimentare, la sicurezza e la tutela dell'ambiente, l'alleanza con i consumatori è essenziale. Consapevolezza e attenzione significano anche sicurezza e tutela della salute. In questo il lavoro e l'impegno dei Reparti dei Carabinieri della Tutela Agroalimentare è fondamentale a garanzia del vero made in Italy, delle imprese - tantissime, la maggior parte - che scelgono di non ricorrere a falsificazioni e frodi, dei lavoratori, dei cittadini". Così la Ministra alle Politiche agricole Teresa Bellanova commenta i risultati nel corso dell'ultimo mese della Campagna "Tavola sincera" con le operazioni dei Reparti Tutela Agroalimentare (RAC) di Torino, Parma, Roma, Salerno, Messina, che hanno portato al sequestro di 3,8 tonnellate di alimenti. I risultati dell'ultimo mese della Campagna "Tavola sincera", afferma Bellanova, "dimostrano con sufficiente chiarezza la necessità di contrastare su tutti i versanti l'illegalità per sostenere le nostre Dop, impedire che sugli scaffali arrivino prodotti contraffatti e nocivi per la salute, garantire la freschezza dei cibi nei nostri ristoranti, con la certezza che sulle tavole arrivino prodotti con la corretta etichettatura e tracciabilità. Riconosciuti e riconoscibili". Un impegno, conclude la ministra, "puntuale e prezioso che sostiene le imprese sane, garantisce il mercato, difende la salute dei consumatori, incide positivamente sulla filiera perché tende a mettere fuori gioco furbizie e illegalità".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

A Cibus Tec è il momento dei robot collaboratori

In tuta blu o al bar affiancano l'uomo in lavorazioni ripetitive

Terra & Gusto Fiere & Eventi
Chiudi A Cibus Tec è il momento dei robot collaboratori (ANSA) A Cibus Tec è il momento dei robot collaboratori

PARMA - A Cibus Tec, salone sulla meccanica per l'agroalimentare in corso alle Fiere di Parma, il caffè lo fa anche un robot. Si chiama Kuka ed è uno dei robot collaboratori esposti in fiera su tecnologia tutta italiana.

''Si tratta di una nuova generazione di robot - ha detto Andrea Bellini, amministratore dell'azienda Comega con sede a Cesena - che ha 7 assi con celle di carico in grado di sentire il peso. E quindi in grado di fare un lavoro di precisione come fare un espresso e porgere la tazzina al consumatore. Affianca l'uomo, e se lo si tocca lui si ferma''. E' già stato ''assunto'' a Milano, al Robotic Bar di Piazza Duomo, ed è al lavoro anche a bordo sulle crociere Msc. ''Non va in ferie, può fare turni h.24 sette giorni su sette - ha sottolineato l'imprenditore - e un titolare di un pubblico esercizio può ammortizzare il costo di un dipendente in due anni''. Altra recente applicazione è nell'automotive: ''lo abbiamo venduto ad una azienda di fanali - ha raccontato - dove affiancando chi assembla i led può controllare se le viti sono strette bene, certificando la tenuta''.

Il costo è di circa 70mila euro e comincia ad essere utilizzato anche nelle ditte di cioccolato per movimentare e confezionare praline. ''Con Industria 4.0 almeno il 40% dell'investimento torna indietro, quindi comincia ad essere appetibile'' ha detto Bellini nel sottolineare come con questa misura ''il comparto marcia bene''. Comega è una Pmi con una decina di dipendenti, in media 2,5 milioni di fatturato realizzato per il 98% sul territorio italiano. ''Tutti cercano l'estero- ha concluso - io mi concentro sul territorio e tra leasing e Industria 4.0 contratti e pagamenti sono assicurati''.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Vino: Chianti investirà 1,5 milioni per la promozione nel mondo

Assegnati dalla Regione fondi comunitari Ocm

Terra & Gusto Vino
Chiudi  (ANSA)

FIRENZE - Il Consorzio Vino Chianti è pronto a investire 1,5 milioni di euro nella promozione della denominazione. Sono stati infatti assegnati dalla Regione i fondi per la promozione del vino toscano nel mondo, grazie alle risorse comunitarie della Ocm Vino per il 2019-20. "Aspettavamo questa notizia da tempo - commenta in una nota il presidente del consorzio Giovanni Busi - e siamo soddisfatti".

Il Consorzio Vino Chianti ha già programmato la sua attività di promozione estera per il 2020, e "ci siamo orientati in particolare verso Cina e Giappone dove prevediamo ci siano le miglior performance di sviluppo ma anche verso la Federazione Russa e l'area del sud est asiatico. Lavoreremo molto poi in Sud America, come in Brasile e Messico".

In totale, la Regione Toscana ha stanziato più di 11 milioni di euro per finanziare progetti mirati ad aumentare la competitività attraverso azioni di promozione e di pubblicità che evidenzino soprattutto gli elevati standard del prodotto in termini di qualità, ma anche di sicurezza alimentare e salvaguardia dell'ambiente. Sono stati finanziati anche partecipazioni a fiere e manifestazioni internazionali oltre che studi per valutare le azioni intraprese.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Ok Eurocamera al bilancio Ue per il 2020, più 2 mld a clima

Previsti aumenti anche per Erasmus+, Pmi, giovani e migrazione

Ambiente & Energia Clima
Chiudi EOLICO OFFSHORE (ANSA) EOLICO OFFSHORE

STRASBURGO - Semaforo verde dal Parlamento europeo al bilancio dell'Unione europea per il 2020.
    Nel progetto di risoluzione, approvato mercoledì con 529 voti a favore, 130 contrari e 43 astensioni, i deputati sottolineano come il bilancio Ue dell'anno prossimo sia l'ultimo del Quadro Finanziario Pluriennale (QFP) corrente e rappresenti quindi "l'ultima opportunità per l'Unione di realizzare gli impegni politici assunti per tale periodo, anche per quanto riguarda il raggiungimento dell'obiettivo climatico dell'Ue". Inoltre, il bilancio del 2020 dovrebbe preparare la strada per quello per il prossimo QFP 2021-2027.
    Il Parlamento ha rafforzato la proposta di bilancio presentata dalla Commissione, aggiungendo, complessivamente, più di 2 miliardi di euro per la tutela del clima. In più, ha previsto un aumento per l'Iniziativa per l'occupazione giovanile (YEI - Youth Employment Initiative), Erasmus+, le piccole e medie imprese (PMI), la ricerca, la digitalizzazione, la migrazione, la politica estera e gli aiuti umanitari.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Maltempo, devastato al nord il 10% dei vigneti

Coldiretti chiede la calamità per Dolcetto, Cortese e Gavi Doc

Terra & Gusto Mondo Agricolo
Chiudi Maltempo, devastato al nord il 10% dei vigneti (ANSA) Maltempo, devastato al nord il 10% dei vigneti

ROMA - Devastato il 10% dei pregiati vigneti del Dolcetto, del Cortese e del Gavi Doc con campagne sott'acqua, terreni franati, cantine e stalle allagate, mucche affogate e serre inondate con danni per milioni di euro. E' quanto emerge dal primo monitoraggio di Coldiretti, che ha chiesto l'avvio dell'iter per la proclamazione dello stato di calamità naturale per gli effetti provocati dalla terribile ondata di nubifragi che si è abbattuta sul nord Italia in particolare sul Piemonte nella zona di Alessandria e in Liguria.

Una tomba di fango ha sommerso campi già seminati distruggendo i raccolti di insalata, zucche, zucchine e finocchi mentre le coltivazioni di grano e degli altri cereali invernali sono state spazzate via dalla forza dell'acqua. Nonostante le difficoltà una task force di tecnici della Coldiretti è impegnata nel portare assistenza alle famiglie degli agricoltori e ai loro animali anche se strade franate e dissestate per gli smottamenti rendono ancora difficili i collegamenti.

La perturbazione si abbatte sulle regioni più fragili della Penisola con Piemonte e Liguria che hanno ben il 100% dei comuni con parte del territorio a rischio idrogeologico, la percentuale di rischio è la più alta a livello nazionale dove, precisa la Coldiretti, sono 7275 i comuni complessivamente a rischio, il 91,3% del totale.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Pesticidi: Pe boccia Commissione e Paesi Ue su tutela api

'Misure troppo deboli'. Andriukaitis: 'così si torna indietro'

Ambiente & Energia Inquinamento
Chiudi Un'ape (ANSA) Un'ape

BRUXELLES/STRASBURGO - Con 533 voti a favore, 100 astenuti e 67 contrari la plenaria dell'Europarlamento ha respinto la bozza di regolamento della Commissione Ue per l'adozione di criteri per la protezione delle api nel processo di autorizzazione dei pesticidi. Secondo la grande maggioranza degli eurodeputati, le disposizioni previste dall'Esecutivo Ue sono troppo deboli e condizionate dall'opposizione dei paesi membri. Le linee guida per la tutela delle api elaborate dall'Efsa (Autorità europea per la sicurezza alimentare) nel 2013 sono state sempre considerate troppo stringenti dagli Stati membri, che hanno bocciato tutte le proposte presentate dall'Esecutivo Ue da 5 anni a questa parte.
    Il rigetto dell'Eurocamera impone di ricominciare da capo. "Non è una buona notizia per le api - ha twittato il commissario competente Vytenis Andriukaitis - non stavamo abbassando l'attuale livello di protezione. Eravamo riusciti a ottenere l'approvazione di 19 Stati membri, ma ora siamo tornati al punto di partenza e questo è deplorevole".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo

Il Suzuki Jimny arruolato nell'Arma dei Carabinieri

10 Jimny e 55 Ignis potranno operare anche in terreni difficili

Motori Attualità
Chiudi Il Suzuki Jimny arruolato nell'Arma dei Carabinieri (ANSA) Il Suzuki Jimny arruolato nell'Arma dei Carabinieri

Suzuki Jimny e Ignis da oggi entrano a far parte delle vetture dell'Arma dei Carabinieri. Si tratta della prima fornitura diretta di vetture da parte della Casa di Hamamatsu all'Arma dei Carabinieri. L'annuncio dell'accordo è stato dato nel corso di una conferenza stampa congiunta che si è svolta a Roma presso il Comando Generale dei Carabinieri.

"Suzuki è fiera di questa commessa - ha commentato Massimo Nalli, Presidente di Suzuki Italia - L'accordo, da una parte, testimonia l'integrazione del marchio Suzuki nel tessuto sociale italiano e, dall'altra, dà modo a Jimny di mettere al servizio delle Forze dell'Ordine e dello Stato le sue doti di agilità e di robustezza. Siamo certi che la nostra auto sarà all'altezza dei compiti cui sarà chiamata e che dimostrerà la sua attitudine a un impiego 'heavy duty'".

La "divisa militare" del Jimny prevede, innanzitutto, la tipica livrea bicolore, con la carrozzeria riverniciata nel classico Blu Arma con tetto bianco. Su di esso sono montati due lampeggianti blu con tecnologia led provvisti anche della funzione di luci di crociera e un faro di ricerca a luce bianca, comandabile sia dall'interno sia dall'esterno della vettura.

All'interno spiccano, inoltre, robusti tappetini in gomma e due supporti per le armi d'ordinanza, con blocco a chiave.

La dotazione principale include, poi, un estintore da 2 kg e un set di catene da neve, utili a operare anche in condizioni estreme, nonostante la gommatura di serie delle Jimny preveda pneumatici M+S, i quali garantiscono una miglior trazione rispetto a gomme tradizionali. Jimny è lungo 3.645 mm e ha sbalzi ridotti, che, assieme all'elevata altezza da terra, definiscono angoli caratteristici eccezionali: quello di attacco, di uscita e di dosso misurano rispettivamente 37, 49 e 28 gradi e permettono di affrontare con disinvoltura i terreni più sconnessi e gli ostacoli più impegnativi.

La Suzuki Ignis, invece, è spinta da un motore 1.2 e viene assegnata in versione 4x4 AllGrip Auto. Questo tipo di trasmissione non richiede interventi da parte del pilota e trasferisce coppia alle ruote posteriori quando quelle anteriori non hanno un'aderenza ottimale. In questo modo migliora la stabilità e la precisione di guida in ogni situazione garantendo la massima sicurezza nella marcia anche su strade scivolose o superfici innevate.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA Leggi l'articolo completo